Chiusura in profondo rosso per Piazza Affari, Ftse Mib -3,78%

Milano, 20 ott. (LaPresse) - Le incertezze su un ulteriore rafforzamento del fondo salva-Stati Efsf e sul ritardo del via libera al nuovo pacchetto di aiuti per la Grecia - che probabilmente non ci sarà prima della fine di novembre - fanno tornare la paura sui mercati europei. Gli operatori temono che si uscirà dal vertice Ue del fine settimana con un nulla di fatto o con soluzioni monche.

La Borsa di Milano è la maglia nera di giornata, con l'indice Ftse Mib che perde il 3,78% a 15.677,86 punti e il Ftse All-Share che mostra un ribasso del 3,06% a 16.515,75 euro. Oggi la pressione sui titoli di Stato italiani è tornata alta, con lo spread tra Btp decennali e Bund arrivato vicinissimo ai 400 punti base di spread, i livelli di agosto che hanno spinto la Banca centrale a riavviare il suo programma di acquisto di bond. Nel resto d'Europa i mercati sono pesanti. L'indice Ftse 100 di Londra cede l'1,21% a 5.384,68 punti, il Dax di Francoforte il 2,49% a 5.766,48 punti e il Cac 40 di Parigi il 2,32% a 3.084,07 punti. A Madrid, l'indice Ibex cala del 2,73% a 8.608,2 punti.

A Milano cadono le banche, con Unicredit (-12,01% a 0,846 euro), Intesa Sanpaolo (-9,81% a 1,204 euro), Ubi Banca (-6,9% a 2,914 euro), Banca Montepaschi (-11,23% a 0,351 euro), Banco Popolare (-6,92% a 1,144 euro), Popolare di Milano (-3,61% a 1,709 euro) e Bper (-0,31% a 6,325 euro). Male anche Mediobanca (-1,8% a 5,995 euro) e, all'interno del comparto finanziario, chiudono con un tonfo Mediolanum (-6,64% a 2,782 euro) e Azimut (-4,23% a 5,095 euro).

Va nella direzione opposta Eni, che sale dello 0,64% a 15,82 euro. Il Cane a sei zampe ha annunciato oggi la scoperta di un giacimento 'giant' di gas naturale nel prospetto esplorativo Mamba Sud 1, nell'Area 4 dell'offshore del Mozambico, che si configura come la maggiore scoperta mai effettuata da Eni in qualità di operatore. La società ritiene che l'area di Mamba Sud possa contenere un potenziale di 425 miliardi di metri cubi di gas.

Tra gli altri titoli del listino principale, crolla Prysmian (-7,63%) e chiudono in affanno Telecom Italia (-3,8%), Tod's (-3,34%), Mediaset (-3,75%) e Generali (-3,33%). Si salvano Ansaldo Sts (+0,69%) e Saipem (+0,66%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata