Chiusura in calo per Piazza Affari, Ftse Mib -0,56%

Milano, 25 gen. (LaPresse) - Le Borse europee falliscono il tentativo di recupero nel finale. A Milano, che chiude in moderato calo, con il Ftse Mib che cede lo 0,56% a 15.840,24 punti e il Ftse All-Share che perde lo 0,59% a 16.770,89 punti, respirano le banche. Raffica di acquisti su Banco Popolare (+11,69 a 1,185 euro), Banca Montepaschi (+7,83% a 0,2932 euro), Popolare di Milano (+2,2% a 0,3996 euro), Unicredit (+1,28% a 3,8 euro), Ubi Banca (+3,34% a 3,462 euro) e Bper (+0,49% a 6,12 euro). Di segno opposto, invece, Intesa Sanpaolo (-0,34% a 1,448 euro) e Mediobanca (-1,82% a 4,914 euro). Domani il direttore generale dell'Iif, Charles Dallara, sarà ad Atene per riprendere il negoziato sul debito sovrano. La Borsa greca chiude in rialzo del 4,81% a 737,26 punti sulla possibilità che si arrivi a una soluzione del negoziato. Oggi il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha avvertito che serve una riforma della governance europea dopo che, con la crisi, l'attuale assetto ha mostrato tutti i suoi limiti. In questo contesto, chiusura mista per le principali Borse europee. Il Ftse 100 di Londra lascia lo 0,5% a 5.723 punti, il Dax di Francoforte sale dello 0,04% a 6.421,85 punti e il Cac 40 di Parigi mostra un calo dello 0,31% a 3.312,48 punti.

Nel paniere principale in forte rialzo Luxottica (+3% a 24,69 euro), dopo in scia ai dati preliminari sul fatturato 2011 che mostrano un rialzo delle entrate del 7,3% a 6,22 miliardi di euro. Balzo anche per Diasorin (+7,07% a 23,02 euro). Anche il cda di Tod's ha approvato oggi i dati preliminari sui ricavi: il fatturato consolidato del 2011 ammonta a 893,7 milioni di euro, con una crescita del 13,5% rispetto all'anno precedente. Il titolo del gruppo guidato dall'amministratore delegato e presidente, Diego della valle, cade però del 4,73% a 66,5 euro.

Tra gli industriali in lieve calo la galassia Agnelli, con Fiat (-0,22% a 4,564 euro), Fiat Industrial (-0,13% a 7,94 euro) e la holding Exor (-0,74% a 17,4 euro). Oggi gli analisti hanno diffuso il consensus per il gruppo Fiat, indicando un utile della gestione ordinaria a 2,37 miliardi di euro per l'esercizio 2011. Tra gli altri, sulla parità Finmeccanica a 3,54 euro, mentre è in lieve rialzo Pirelli (+0,21% a 7,155 euro). Sale anche Prysmian (+1,24% a 11,44 euro).

Giornata di vendite per Telecom Italia, che lascia il 2,47% a 0,769 euro, ancora sulle voci di un possibile prossimo taglio del dividendo di esercizio. Ieri sera, con una nota, il gruppo ha precisato che la scelta sulla cedola sarà presa nel cda di marzo e che il mantenimento del rating è prioritario.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata