Cgil propone un nuovo Statuto dei lavoratori, consultazioni iscritti nel 2016
L'obiettivo è "ricomporre il mondo del lavoro, rafforzare la contrattazione collettiva, costruire un nucleo di diritti universali estesi a tutti"

Iniziativa della Cgil, che ha proposto un nuovo Statuto dei lavoratori e delle lavoratrici, una 'Carta dei diritti universali del lavoro'. Secondo quanto si legge in un documento approvato dal Comitato direttivo nazionale riunitosi oggi, "occorre ricomporre il mondo del lavoro, rafforzare la contrattazione collettiva, costruire un nucleo di diritti universali estesi a tutte/i le lavoratrici e lavoratori". Tra gli obiettivi del testo "ricostruire il diritto ad avere diritti nel lavoro realmente universali ed estesi a tutti che pertanto si fondino su principi di rango costituzionale", e "aumentare le forme di partecipazione, consultazione e voto certificato dei lavoratori al fine di garantire sempre di più che le tutele seguano i cambiamenti organizzativi delle imprese affidando alla contrattazione a tutti i livelli la funzione regolatrice tra diritti dei lavoratori ed esigenze tecnico organizzative delle imprese". La proposta del sindacato è un ddl di iniziativa popolare e dovrà essere approvata dalle assemblee degli iscritti con consultazione che si terrà dal 18 gennaio al 19 marzo 2016.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata