Cgil, Landini è il nuovo segretario: prevale soluzione unitaria

La candidatura unica, con Colla come vice, ha avuto la meglio nell'assemblea del sindacato a Bari

Alla Cgil inizia l'era di Maurizio Landini. Dopo l'annuncio della lista unitaria, con Vincenzo Colla e Gianna Fracassi come vicesegretari, l'ex numero uno della Fiom è stato eletto segretario dall'assemblea del sindacato riunita a Bari.

Nel suo discorso di presentazione, Landini si è detto pronto a guidare un sindacato unitario e ha criticato le scelte del governo chiedendo a tutti di combatterle. Il neosegretario ha infatti ribadito che la lotta per i diritti della classe lavoratrice ha bisogno di un'organizzazione unita e ha ricordato che fare sindacato vuol dire non lasciare indietro nessuno. Per questo ha sottolineato la necessità di un'organizzazione "unita e forte di democrazia e di partecipazione".

E ha poi sottolineato che nelle prossime settimane tutte le energie della Cgil dovranno essere dedicate ad organizzare la manifestazione unitaria del 9 febbraio con Cisl e Uil. Una mobilitazione necessaria per cambiare le scelte del governo e la manovra economica che, ha sottolineato, "non interviene sulle cause che impoveriscono e peggiorano il lavoro". Landini ha poi duramente criticato una società che "mercifica e sfrutta le persone" ripetendo l'impegno a combatterla

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata