Casa, nel 2014 mercato +3,5% dopo sette anni di cali

Roma, 21 mag. (LaPresse) - Il mercato italiano delle abitazioni nel 2014 è cresciuto del 3,5% rispetto all'anno precedente, registrando la compravendita di 421 mila case. È il dato che emerge dallo Rapporto immobiliare residenziale 2015, realizzato dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare dell'Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi, l'Associazione Bancaria Italiana. Al netto della nuova imposta di registro (che a gennaio ha fatto rogitare case di fatto acquistate nel 2013), si ipotizza che l'incremento effettivo sia stato dello 0,7%. L'aumento, precisa lo studio, va quindi interpretato cautamente. Il numero di compravendite è ancora al di sotto dei valori registrati a fine anni '80. Ma dopo sette anni in negativo, per lo studio "le tendenze in atto sono comunque orientate alla crescita". La ripresa risulta più accentuata al Centro (+6,5%), seguito dal Nord-Est (+5%) e dal Nord-Ovest (+3,4%). Bene le grandi città: Bologna segna un +18%, seguita da Genova (+15%), Roma (+13,9%) e Firenze (+13,3%). Il fatturato del settore passa dai 67,5 miliardi del 2013 ai 72,1 miliardi nel 2014.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata