Carige, conclusa in anticipo offerta di inoptato aumento

Genova, 8 lug. (LaPresse) - Si è conclusa in anticipo l'offerta in Borsa dei diritti di opzione non esercitati nell'ambito dell'aumento di capitale da 800 milioni di euro di Banca Carige. Lo riferisce una nota dell'istituto genovese, che sottolinea che sono stati venduti, al prezzo unitario di 0,245 euro, tutti i 3 milioni circa di diritti non esercitati nel corso del periodo di offerta in opzione, che danno diritto alla sottoscrizione di complessive 11.184.552 azioni ordinarie di nuova emissione.

L'esercizio dei diritti acquistati nell'ambito dell'offerta in Borsa e conseguentemente la sottoscrizione delle relative nuove azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, entro l'11 luglio. I diritti saranno messi a disposizione degli acquirenti tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli Spa e potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle nuove azioni, al prezzo di 0,10 euro cadauna, nel rapporto di 93 azioni ogni 25 diritti. Le nuove azioni rivenienti dall'esercizio dei diritti saranno accreditate sui conti degli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli Spa al termine della giornata contabile dell'11 luglio 2014, ultimo giorno di esercizio dei diritti, e saranno pertanto disponibili dal giorno di liquidazione successivo. Si ricorda che l'offerta è assistita da un consorzio di garanzia composto da Mediobanca - Banca di Credito Finanziario Spa, in qualità di Global Coordinator e Joint Bookrunner, Citigroup Global Markets Limited, Credit Suisse Securities (Europe) Limited, Deutsche Bank Ag London Branch e UniCredit Bank Ag, Succursale di Milano, in qualità di Co-Global Coordinators e Joint Bookrunner, Banco Santander SA, Commerzbank Aktiengesellschaft - London Branch e Nomura International plc., in qualità di Joint Bookrunner, e Banca Akros Spa, Banca Aletti & C. Spa e Intermonte Sim Spa, in qualità di Co-Lead Manager, ai sensi di un contratto di garanzia sottoscritto con Banca Carige lo scorso 13 giugno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata