Carige, cda approva rafforzamento in 2 fasi: bond e aumento capitale

Milano, 12 nov. (LaPresse) - Il cda si Carige ha approvato una "complessiva manovra di rafforzamento volta ad assicurare in tempi brevi il ripristino dei coefficienti patrimoniali e dare, quindi, un chiaro ed immediato segnale di una ripristinata solidità dell'istituto". Lo segnala un comunicato stampa, nel quale si illustrano le due fasi attraverso le quali si articolerà il rafforzamento: prima un'emissione di obbligazioni subordinate Tier 2 e quindi un successivo aumento di capitale. Le due operazioni combinate ammonteranno a un massimo di 400 milioni di euro.

Le obbligazioni emesse, per un totale compreso tra i 320 e i 400 milioni di euro, verranno sottoscritte per 320 milioni dallo Schema Volontario di Intervento del Fondo Interbancario di Garanzia, il cui Consiglio di gestione ha già deliberato in merito convocando una apposita assemblea. La sottoscrizione è prevista nei prossimi giorni (entro comunque il 1 dicembre 2018) non appena lo Schema Volontario di Intervento del Fitd avrà completato il proprio iter di approvazione interno. Le obbligazioni per i restanti 80 milioni saranno invece collocate presso investitori privati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata