Carburanti, Figisc: Prezzi stabili nei prossimi giorni

Roma, 17 lug. (LaPresse) - I prezzi dei carburanti dovrebbero rimanere stabili nei prossimi giorni. Lo afferma il presidente di Figisc Confcommercio, Maurizio Micheli, commentando i dati della consueta analisi settimanale dell'associazione. "In una settimana - spiega Micheli - il greggio brent è rimasto fermo, con un cambio euro/dollaro in ribasso, e si attesta ora su 52 euro/barile rispetto ai 52 di venerdì scorso; a sua volta la quotazione internazionale mediterraneo dei prodotti lavorati è discesa di ben -2,6 cent/litro per la benzina e discesa di solo -0,1 cent/litro per il gasolio".

Rispetto alla dinamica dei prodotti sulla piazza internazionale del Mediterraneo, continua il presidente Fisgisc, "i prezzi alla pompa in Italia da venerdì 10 luglio sono scesi per il gasolio di -0,6 cent/litro e per la benzina di -0,1 cent/litro, in linea, sia pure solo per la benzina, senz'altro per i primi cinque giorni con le nostre previsioni di venerdì scorso che stimavano un aumento medio dei prodotti attorno a 1,0 cent".

"Nella settimana - aggiunge Micheli - i prodotti sono stati ceduti dalle Compagnie petrolifere ai propri gestori della rete di marchio, vincolati all'esclusiva di acquisto, a prezzi di cessione mediamente più sostenuti nell'ordine di 20,7/24,1 cent/litro in modalità servito e di 12,7/15,8 in modalità self rispetto a quelli riservati agli operatori indipendenti".

Secondo il presidente dell'associazione dei gestori, "in un mese esatto, le quotazioni internazionali del greggio sono scese di -1,6 cent/litro e quelle dei prodotti finiti so-no variate di -3,5 cent/litro per la benzina e di -3,5 cent/litro per il gasolio, i prezzi nazionali alla pompa sono scesi di -0,2 cent/ litro per la benzina e di -2,4 cent/litro per il gasolio".

"Pertanto, a meno di drastiche variazioni in più o in meno delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati di oggi o del tasso di cambio euro/dollaro, vi sono i presupposti tecnici per prezzi stabili nei prossimi quattro giorni, con variazioni contenute entro 0,5 cent/litro nella media dei due prodotti benzina e gasolio", conclude Micheli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata