Carburanti, Figisc: Dopo manovra in Italia prezzi più alti d'Europa

Roma, 9 dic. (LaPresse) - L'Italia "ha veramente il prezzo dei carburanti più alto d'Europa e per ammontare della tassazione è seconda solo all'Olanda per la benzina e al Regno Unito per il gasolio". E' quanto afferma il presidente nazionale Figisc-Confcommercio, Luca Squeri, commentando il costo dei carburanti alla pompa dopo l'effetto della manovra che ha portato, con il rialzo delle accise, benzina e gasolio sopra 1,7 euro al litro. Secondo Squeri, "la settimana è stata segnata dal pesantissimo aumento delle accise, intervenuto di fatto dal 7 dicembre, che vale ben 0,099 euro al litro per la benzina e addirittura 0,136 euro al litro per il gasolio e che ha fatto aumentare, in un solo giorno, il prezzo della benzina del 6,2% e dell'8,5% per il gasolio". Per i prossimi giorni, spiega ancora il presidente Figisc, "salvo inversioni di tendenza del mercato internazionale con la chiusura odierna, ci si può attendere che i prezzi possano scendere di circa 1 centesimo di euro al litro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata