Camusso: Assemblea al Colosseo e Fori? Hanno commesso reato di lesa maestà

Rho Pero (Milano), 21 set. (LaPresse) - I lavoratori del Colosseo e dei Fori Imperiali che giovedì scorso hanno "osato fare un'assemblea" bloccando l'accesso ai turisti per una parte della giornata hanno commesso il reato "di lesa maestà". Lo ha detto ironizzando il segretario generale della Cgil Susanna Camusso nel corso del suo intervento al comitato direttivo lombardo del sindacato che questa mattina si è tenuto all'Expo.

"È necessario ogni volta contrapporre l'idea di modernità e di civiltà del Paese ai diritti dei lavoratori? - si è chiesta Camusso - Tutto viene messo sul peso della fruizione a prescindere dalle condizioni delle persone". Per risolvere la situazione dei lavoratori del Colosseo, ai quali "da un anno non vengono pagati gli straordinari", bastava "convocare quei lavoratori, bastava discutere con loro", ha ribadito Camusso.

"Uno può anche dire che c'è bisogno di provare a riqualificare le regole ma bisogna capire se riguarda solo i lavoratori o anche le controparti - ha aggiunto Camusso - . Non ci sono obblighi per le controparti come obbligo di convocazione e di congelamento. Si dà per scontato che si possa scaricare sui lavoratori l'inefficienza delle politiche sui Beni Culturali. Bisogna ricominciare a raccontare cosa fanno i lavoratori pubblici e della pubblica amministrazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata