Camusso a Furlan: Bisogna muoversi, rischio è che poi sia troppo tardi

Roma, 14 nov. (LaPresse) - "C'è qualcuno che non si muove mai e che aspetta di vedere che risposta riceve. Una volta arrivata la risposta però è troppo tardi per far qualcosa". Così Susanna Camusso, segretario generale Cgil, ad 'Agorà' su Rai3, in risposta alle critiche di Annamaria Furlan segretario della Cisl, sul fatto che la Cgil scioperi da sola: "Non è il modo per unire il mondo del lavoro".

"Siamo in piazza con un'unità un po' articolata, però ci sono punti su cui tutte le organizzazioni hanno capito la necessità di mobilitarsi. Bisogna insistere perché si arrivi anche alla mobilitazione generale", conclude Camusso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata