Campari, prestito ponte da 750 mln per sostegno esigenze aziendali

Milano, 14 apr. (LaPresse) - Davide Campari ha stipulato un contratto di finanziamento a termine per un importo massimo di 750 milioni di euro con un pool di banche composto da Banca Imi in qualità di arranger, Banca Nazionale del Lavoro in qualità di original lender e facility agent, Bnp Paribas, filiale italiana, in qualità di arranger, Crédit Agricole Cib, filiale di Milano, in qualità di arranger e original lender, Intesa Sanpaolo in qualità di original lender e Unicredit in qualità di arranger e original lender, su base club deal. Lo riferisce una nota, spiegando che il finanziamento consiste in un prestito ponte a breve termine, con scadenza originale fissata al 30 giugno 2021 e un'opzione di estensione al 31 dicembre 2021. Lo scopo del finanziamento è sostenere le esigenze aziendali in generale di Campari Group, includendo, ma non limitandosi a, il rimborso dell'eurobond emesso da Davide Campari-Milano nel 2015 con scadenza a settembre 2020 per un importo di 581 milioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata