Cambi, banca centrale cinese responge accuse Usa di manipolazione

Pechino (Cina), 6 ago. (LaPresse/AFP) - La banca centrale cinese "si oppone fermamente" alle accuse del segretario al Tesoro statunitense, Steven Mnuchin, che ha accusato Pechino di manipolazione dei cambi. "La parte statunitense ha ignorato i fatti e bollato irragionevolmente la Cina come un manipolatore di valuta", si legge in una nota della People's Bank of China.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata