California fa causa a Uber e Lyft: i lavoratori sono dipendenti

Milano, 6 ago. (LaPresse) - La California, stato di origine di Uber e Lyft, ha avviato un'azione legale contro le due società accusate di furto salariale. Secondo quanto riporta la CNN sul suo sito, i due colossi della gig economy avrebbero classificato i propri lavoratori come 'indipententi' anziché 'impiegati'. In base a una legge della California entrata in vigore lo scorso 1 gennaio - nota come Assembly Bill o AB-5 - le società devono dimostrare che i lavoratori sono liberi dal controllo dell'azienda ed eseguire lavori al di fuori della normale attività aziendale per essere classificati come lavoratori indipendenti. I conducenti di Uber o Lyft devono provvedere autonomamente alle proprie spese, inclusa la manutenzione dell'auto e la benzina.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata