Bpm, nel 2014 utile vola a 232,3 mln, torna dividendo a 0,22 euro

Milano, 10 feb. (LaPresse) - Banca Popolare di Milano ha chiuso il 2014 con un utile netto in forte crescita a 232,3 milioni di euro, a fronte dei 29,6 milioni dell'anno precedente, e torna a distribuire il dividendo dopo quattro esercizi senza cedole. Lo riferisce una nota. Il dividendo proposto dal consiglio di gestione è pari a 0,22 euro per azione e sarà messo in pagamento a partire dal 28 maggio prossimo. Al netto delle componenti non ricorrenti, l'utile netto di Bpm è stato pari nel 2014 a 141,7 milioni di euro, contro i 78,5 milioni del 2013. La Popolare ha realizzato nel 2014 proventi operativi per 1.621,6 milioni di euro, in calo del 3,6% su base annua, mentre il margine d'interesse è stato pari a 800,2 milioni di euro, in flessione del 4,4%. Il margine commerciale è invece cresciuto dello 0,9%. Segnano un calo gli oneri operativi, in discesa dell'1,3% su anno, con il -6,2% fatto registrare dalle spese amministrative. La raccolta netta è aumentata nell'esercizio appena concluso a 54,7 miliardi di euro (+5,2%), di cui 22,4 miliardi di raccolta 'core' (+1,3%) e 17,9 miliardi di euro di risparmio gestito (+17,8%). In calo del 3,8% gli impieghi alla clientela a 32,1 miliardi, con una quota di mercato stabile. Al 31 dicembre 2014 il Common Equity Tier 1 ratio si attesta all'11,58%. L'ammontare delle attività di rischio ponderate è di 33,7 miliardi di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata