Borse provano rimbalzo dopo timori per Brexit: bene Milano
Aperture positive su tutti i listini europei, Francoforte +0.75%. Oggi si conclude riunione della Fed ma non si attendono novità sui tassi

Ad un'ora dall'apertura, Piazza Affari prosegue in territorio ampiamente positivo, con il Mib a 16.494,63 punti a +1,37%, mentre l'indice All-Share sale a 18.147,25 punti a +1,27%. Titoli bancari protagonisti dei principali rialzo: Bper +4,24%, Bpm +3,97%, Mps e Unicredit +3,89%, Ubi a +3,52%. Positiva anche Eni, nonostante il ribasso del petrolio, con il titolo che scambia a 13,29 euro a +0,68%, ok Generali a +1,82% come Leonardo-Finmeccanica che sale del 2,16%. 

I mercati provano a rimbalzare dopo cinque giornate di forti ribassi legati ai timori per l'avanzata dei favorevoli all'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea in vista del referendum sulla Brexit del 23 giugno prossimo. I timori hanno innescato un'ondata di vendite costata 2.500 miliardi di dollari alle azioni globali, nell'ultima settimana. Le principali Borse europee hanno aperto in rialzo, nel tentativo di recupero dopo i recenti cali. In avvio a Londra l'indice Ftse100 segna un +0,65%, mentre a Francoforte il Dax sale dello 0,75% e a Parigi il Cac40 avanza dello 0,92%. Oltre al tema Brexit, l'attenzione oggi è rivolta anche alla politica monetaria americana, con la Federal Reserve che annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse Usa a cui seguirà la conferenza stampa della governatrice Janet Yellen. Non si attendono novità sui tassi, ma importanti indicazioni sulla tempistica delle prossime strette monetarie. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata