Borsa, Wall Street spinge Milano. Scivola Francoforte

Milano, 1 set. (LaPresse) - Chiusura positiva per Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib che guadagna lo 0,69% a 15.670,82 punti e il Ftse All-Share che sale dello 0,58% a 16.563,63 punti. La mattinata di scambi è cominciata con il listino principale in difficoltà per il rosso del comparto industriale. Poi nel pomeriggio, la virata in positivo di Wall Street dopo un'apertura incerta ha spinto Milano fin sopra la parità. Decisivo il dato sull'indice Ism manifatturiero, a 50,6 punti, che ha indicato un incremento della produzione negli Stati Uniti per il 25esimo mese consecutivo. Gli economisti, al contrario, si attendevano un dato al di sotto di quota 50, cioè un calo della produzione. Altro macro positivo, la riduzione delle domande per i sussidi di disoccupazione. Il dipartimento del Lavoro ha comunicato che le richieste per l'accesso ai benefici del sussidio sono calati la scorsa settimana di 12mila unità, a 409mila. In questo contesto, chiusura contrastata per le principali Borse europee. L'indice Ftse 100 di Londra guadagna lo 0,45% a 5.418,65 punti e il Cac 40 di Parigi sale dello 0,28% a 3.265,83 punti. Cala invece il Dax di Francoforte, dello 0,94% a 5.730,63 punti. A Madrid, l'Ibex cresce dello 0,49% a 8.761,1 punti.

Nel Ftse Mib, in affanno il comparto industriale. Calano Fiat (-0,78% a 4,298 euro) e Industrial (-0,52% a 6,735 euro), nonostante il balzo della controllante Exor (+1,62% a 16,92 euro), e Pirelli (-2,74% a 5,67 euro). Se la cavano Parmalat (+1,58% a 1,671 euro) e Finmeccanica (+0,39% a 5,2 euro). Nel comparto bancario, bene Intesa Sanpaolo (+2,47% a 1,162 euro) e Unicredit (+0,58% a 0,948 euro). Le due grandi banche italiane non sembrano aver risentito dell'uscita dal paniere dei maggiori titoli europei, dal prossimo 19 settembre. La bocciatura è nella revisione annuale diffusa da Stoxx limited, che gestisce lo Stoxx Europe 50, l'indice sui 50 principali titoli dei mercati finanziari europei.

Tra le società in calo, Mediaset (-1,04%), Tenaris (-0,17%), Mediolanum (-0,23%), Mediobanca (-0,16%), Stm (-0,39%), Banca Montepaschi (-0,82%), A2A (-0,67%) e FonSai (-0,73%). Giornata positiva, invece, per Enel (+0,88%), Enel Green Power (+0,69%), Atlantia (+0,98%), Eni (+1,07%), Impregilo (+0,89%), Lottomatica (+1,27%), Terna (+1,98%) e Tod's (+1,31%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata