Borsa, sereno sui mercati europei. Bce non tocca tassi

Milano, 8 set. (LaPresse) - Chiusura positiva per Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib che sale dello 0,69% a 14.747,6 punti e il Ftse All-Share che mostra una crescita dello 0,58% a 15.620,67 punti. Oggi la Banca centrale europea ha deciso di mantenere invariati i tassi di interesse all'1,5% a settembre. Nella conferenza stampa che ha seguito il vertice dell'Eurotower, il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, ha lasciato intendere che l'istituto continuerà ad alleggerire la pressione sui titoli di Stato italiani, se necessario, anche se ha chiarito che si tratta di una misura temporanea. Alla chiusura dei mercati europei, lo spread tra Btp e Bund tedeschi rimane stabile a quota 342 punti base. Dagli Stati Uniti è arrivato il dato sulle domande per i sussidi di disoccupazione, cresciute di 2mila a un un dato destagionalizzato di 414mila. In questo contesto, chiusura sopra la parità per le principali Borse europee. L'indice Ftse 100 di Londra guadagna lo 0,41% a 5.340,38 punti come il Cac 40 di Parigi che termina gli scambi a 3.085,83 punti. Il Dax di Francoforte sale dello 0,05% a 5.408,46 punti, mentre l'indice Ibex di Madrid dell'1,49% a 8.277,8 punti.

A Milano bene le banche, anche se caute, con Intesa Sanpaolo (+0,87% a 1,044 euro) e Unicredit (+0,54% a 0,839 euro). Ma la migliore del comparto è Ubi Banca, che mostra un incremento del 3,91% a 2,444 euro. Tra i finanziari, balzo di Mediolanum (+2,47% a 2,486 euro). Terminano invece in ribasso Mediobanca (-0,79% a 6,265 euro) e Generali (-1,45% a 11,53 euro). Nel paniere principale, corre Eni. Il Cane a sei zampe cresce del 2,07% a 13,84 euro. Il board della società ha deciso oggi di distribuire agli azionisti un acconto sul dividendo 2011 pari a 0,52 euro per azione. Rimane sopra la parità anche la scuderia Agnelli, anche se Fiat rimane debole e chiude con un rialzo dello 0,1% a 3,99 euro. Fanno meglio la controllante Exor (+1,28%) e Fiat Industrial (+1,59%). Sotto la parità ci sono anche Mediaset (-1,66%), Pirelli (-1,2%), Finmeccanica (-1,11%) e la controllata Ansaldo Sts (-0,59%). In forte rialzo Campari (+3,61%), Saipem (+2,04%) ed Enel Green Power (+2,12%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata