Borsa, Milano tirata a fondo da stime deficit Grecia. Vendite su Fiat

Milano, 3 ott. (LaPresse) - Procede in forte calo Piazza Affari nel primo pomeriggio di scambi, trascinata a fondo dalle brutte notizie in arrivo dalla Grecia, con il governo che ha presentato la bozza di bilancio che indica il mancato raggiungimento degli obiettivi sui deficit 2011 e 2012. Il Ftse Mib cede l'1,31% a 14.641,49 punti e il Ftse All-Share cede l'1,35% a 15.360,14 punti. Male Fiat. Il Lingotto lascia oltre il 3,37% a 3,956 euro. Sono attesi in serata i dati sulle immatricolazioni a settembre, mentre Marchionne ha scritto alla presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, per comunicarle che sia Fiat sia Fiat Industrial (che al momento cede quasi il 3,88% a 5,445 euro) usciranno dall'associazione degli industriali il primo gennaio 2012. Vendite anche su Popolare di Milano (-5,67%), Mediaset (-1,94%), Tod's (-2,04%) e Unicredit (-2,87%). Di Ansaldo Sts (+2,34%) e Azimut (+2,3%) le migliori performance.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata