Borsa: Milano tiene, Europa debole

Milano, 14 nov. (LaPresse) - Rallenta Piazza Affari, riducendo i guadagni rispetto a un'apertura di seduta con il listino principale a oltre il 2% di rialzo. Il Ftse Mib sale dello 0,73% a 15.893,64 punti e il Ftse All-Share cresce dello 0,67% a 16.643,23 punti. Bene le banche, con Intesa Sanpaolo (+3,04%), Banca Montepaschi (+3,21%) e Unicredit (+3,09%). Dopo il cda di oggi Piazza Cordusio alzerà il velo sui conti. Tra i nodi da sciogliere nel board di Unicredit anche la questione aumento di capitale. Nel resto del Mib, in rialzo Mediaset (+1,7%) e Mediolanum (+1,86%) nella galassia Berlusconi. Guadagni anche per Generali (+1,61%), mentre cala Mediobanca (-0,09%). Acquisti su Tenaris (+2,99%), Diasorin (+2,05%) e FonSai (+2,56%). Ripiegano Popolare Milano (-1,14%), Atlantia (-0,83%) e Fiat Industrial (-0,6%).

Borse europee Si indebolisce l'andamento delle principali Borse europee. A circa un'ora e mezza dall'apertura, il Ftse 100 di Londra è in ancora in rialzo dello 0,04% a 5.547,8 punti, il Dax di Francoforte ha girato invece in negativo dello 0,15% a 6.047,65 punti e il Cac 40 di Parigi è al momento in ribasso dello 0,39% a 3.137,16 punti, dopo aver aperto in positivo di oltre mezzo punto percentuale. Bene stamattina Tokyo, che ha chiuso positiva con l'indice Nikkei a +1,05% a quota 8.603 punti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata