Borsa, Milano in rosso con banche, brilla Impregilo

Milano, 10 ott. (LaPresse) - Seduta in moderato ribasso per la Borsa di Milano, con l'indice Ftse Mib che perde lo 0,41% a 15.440,63 punti e il Ftse All-Share che cede lo 0,29% a 16.361,01 punti. Stamane il Tesoro ha collocato tutti gli 11 miliardi di Bot offerti in asta, ma ha registrato tassi in leggero rialzo. Poco mosso lo spread tra Btp e Bund a 10 anni, rimasto in area 360 punti base. Via XX Settembre si prepara a collocare Btp a tre anni. In attesa del rapporto della troika sulla Grecia, che dovrebbe portare allo sblocco della tranche di aiuti da 31 miliardi, al termine di un bilaterale con il premier francese, François Hollande, il premier spagnolo, Mariano Rajoy, si è detto fiducioso che l'andamento del Pil 2013 della Spagna sarà migliore di quanto stimato dal Fmi (-1,3%). In questo contesto, chiusura negativa per le principali Borse europee. Il Ftse 100 perde lo 0,58% a 5.776,71 punti, il Dax di Francoforte lascia lo 0,41% a 7.205,23 punti e il Cac 40 di Parigi cede lo 0,5% a 3.365,87 punti. A Madrid l'indice Ibex lascia l'1% a 7.668 punti, mentre l'Athex di Atene affonda del 3,64% a 799,42 punti.

In rosso i bancari. Secondo le stime del Fmi il deleveraging degli istituti di credito dell'eurozona potrebbe portare alla cessione di asset per 4.500 miliardi di euro. Cadono Monte dei Paschi (-3,83% a 0,2187 euro), Popolare di Milano (-1,99% a 0,4177 euro), Banco Popolare (-0,66% a 1,211 euro), Intesa Sanpaolo (-0,88% a 1,235 euro), Mediobanca (-1,84% a 4,168 euro) e Ubi Banca (-0,66% a 2,988 euro), Bper (-0,45% a 4,46 euro) e Unicredit (-1,92% a 3,37 euro).

In netto rialzo Impregilo (+3,62% a 3,32 euro), sulla nuova offerta dal gruppo brasiliano Primav per la quota del 19% in Ecorodovias per un controvalore di circa 770 milioni di euro. Recupera Finmeccanica (-0,77% a 4,132 euro), in scia alla notizia dello stop alla fusione tra i colossi della difesa e dell'aerospaziale, BAE System e EADS. Recupera ancora meglio Fiat (+0,05% a 4,282 euro), nonostante il downgrade subìto stamane da Moody's per la debolezza del mercato italiano dell'auto. Tra gli altri titoli salgono Salvatore Ferragamo (+2,42%), Lottomatica (+0,4%) e Parmalat (+0,23%) e scendono Atlantia (-1,72%), Generali (-0,86%) e Telecom Italia (-0,77%)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata