Borsa, Milano corre su Fase 2: Eni strappa a +5%, Fca vola a +3,91%

Milano, 5 mag. (LaPresse/Finanza.com) - Piazza Affari corre oggi sotto la spinta per l'ottimismo sulla Fase-2 con i maggiori Paesi, tra cui l'Italia, che stanno sperimentando l'allentamento delle misure di lockdown. Il Ftse Mib, reduce dal tonfo del 3,7% della vigilia, oggi segna in avvio un +1,96% a quota 17.369 punti. Sponda alla ripresa dell'equity arriva dal Wall Street che ieri sera ha chiuso la sessione in rialzo (lo S&P 500 è avanzato dello 0,42% a 2.842.74. Tra i singoli titoli spicca il +4,81% di Eni a 8,6 euro. Ieri il titolo del colosso del Cane a sei zampe era precipitato del 5,7%. Sponda oggi dal balzo dei prezzi del petrolio (+10% il Wti a 22 % e +7% il Brent). Oltre +4% per Tenaris e Saipem che sono tra i migliori performer del Ftse Mib al momento. Si muove bene anche Fca a +3,91% nonostante il tracollo storico delle immatricolazioni in Italia con quasi -98%. L'Italia rappresenta circa il 9% dei volumi di Fca+Psa nel 2019. Congiuntamente Fca e Psa segnano -96% a/a (-51% Ytd a 146 mila unità). Brusca discesa dell'89% anche del mercato auto in Francia (circa 10% dei volumi annuali per Fca+Psa). Tra i pochi segno meno c'è Ferrari (-2%) che ieri aveva strappato in chiusura il segno più nonostante la debole trimestrale e il taglio consistente della guidance per l'intero 2020 a causa degli effetti di Covid-19. Infine si muovono bene i testimonial del risparmio gestito con +2,86% Azimut, +3,25% Poste Italiane e oltre +2% Banca Generali e Banca Mediolanum.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata