Borsa, Milano chiude in lieve rialzo: ok Mediaset, miste banche
Tra i maggiori guadagni di giornata si segnala Unipol

La Borsa di Milano chiude l'anno con una seduta in live rialzo. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,16% a 19.234,58 punti. Tra i maggiori guadagni di giornata si segnala Unipol (+2,56% a 3,44 euro). Mediaset chiude in crescita dell'1,47% a 4,13 euro. L'azione che nell'anno si è mossa tra un minimo a 2,20 euro e un massimo a 4,806 euro registra in questi un saldo di circa il +7,5% da inizio anno, avviando ad archiviare un 2016 comunque positivo in attesa di conoscere l'esito della vicenda con Vivendi. Negli ultimi giorni si è fatta meno probabile l'ipotesi di un'Opa imminente dei francesi sul Biscione.

Salvatore Ferragamo sale dello 0,76% a 22,43 euro. Il gruppo beneficia dell'accordo fiscale con l'Agenzia delle Entrate per Patent Box. Nel lusso giù invece Moncler (-0,18% a 16,53 euro).

Tra le banche, con Mps ancora sospeso, in calo Bpm (-0,72% a 0,3583 euro) e Banco Popolare (-0,43% a 2,292 euro). Dalla prossima giornata di contrattazione, il 2 gennaio, i due titoli saranno fusi e verranno contrattati sotto la denominazione di 'Banco Bpm'. Ancora tra i bancari, positivo Intesa Sanpaolo (+0,58% a 2,426 euro), mentre chiude piatto Unicredit (-0,07% a 2,734 euro). In rialzo Ubi Banca (+0,54% a 2,612 euro).

Ultima seduta mista per la galassia Agnelli. Exor guadagna lo 0,66% a 40,98 euro e Fca sale dello 0,35% a 8,665 euro, con Cnh Industrial che al contrario perde lo 0,42% a 8,265 euro. Sopra la parità Ferrari, che segna un incremento dello 0,09% a 55,3 euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata