Borsa, mercato guarda a Spagna: Mib in lieve calo, ok Ubi e Mediobanca

Milano, 28 ago. (LaPresse) - Piazza Affari chiude la seduta in moderato ribasso, con l'indice Ftse Mib che cede lo 0,13% a 14.993,01 punti e il Ftse All-Share che mostra un calo dello 0,17% a 15.875,64 punti. Oggi l'attenzione dei mercati è stata orientata alla Spagna, a seguito del vertice tra il presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, e il premier, Mariano Rajoy. Il leader europeo ha spiegato che l'Ue è pronta a intervenire se Madrid avesse bisogno di nuovi aiuti. Tuttavia Rajoy ha affermato che non è in corso alcun negoziato per un eventuale salvataggio. Pochi minuti prima dell'inizio della conferenza stampa congiunta la regione autonoma spagnola della Catalogna ha formalizzato una richiesta di aiuti per 5 miliardi di euro al governo centrale. Stamane si sono tenute aste di debito in Italia e Spagna e tutte hanno mostrato tassi in netto calo. Ma la tensione sugli spread è rimasta alta a causa dell'incertezza su Madrid. Dagli Stati Uniti è arrivato anche un dato macro sulla fiducia dei consumatori sotto le attese, con l'indice del Conference Board calato a 60,6 punti ad agosto. In questo contesto, chiusura sotto la parità per le principali Borse europee. Il Ftse 100 di Londra lascia lo 0,02% a 5.775,71 punti, il Dax di Francoforte cede lo 0,64% a 7.002,68 punti e il Cac 40 di Parigi mostra un calo dello 0,9% a 3.431,55 punti. A Madrid l'Ibex si contrae dello 0,88% a 7.333,5 punti e ad Atene il Ftse Athex 20 affonda del 2,59% a 227,63 punti.

A Milano riflettori sui bancari. Ancora in luce Mediobanca (+3,66% a 3,734 euro), oggi in compagnia di Ubi Banca (+4,89% a 2,702 euro) che ha diffuso i conti semestrali che mostrano un utile normalizzato in rialzo del 72%. Si difende Unicredit (+0,19% a 3,142 euro), mentre cala Intesa Sanpaolo (-0,41% a 1,221 euro). Nel comparto bene Mps (+1,97% a 0,2433 euro), che a mercati chiusi ha comunicato una perdita semestrale di 1,6 miliardi per effetto di svalutazioni. Salgono anche Bper (+2,32% a 4,322 euro), Popolare di Milano (+0,8% a 0,4019 euro) e Banco Popolare (+0,62% a 1,13 euro).

Tra gli altri titoli salgono Enel Green Power (+1,86%) ed Enel (+0,31%), Generali (+0,18%), mentre cadono Stm (-1,65%), Impregilo (-1,39%), Tenaris (-1,26%), Finmeccanica (-1,21%), Prysmian (-1,13%), Fiat Industrial (-0,91%) e Fiat (-0,64%). Fuori dal paniere principale nuovo rally di Rcs Mediagroup (+21,43% a 0,85 euro), mentre Prelios ripiega del 9,09% a 0,105 euro, dopo i balzi dei giorni precedenti sui rumors legati al riassetto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata