Borsa, effetto Cipro sulle piazze europee, a Milano il Mib -0,30%

Milano, 22 mar. (LaPresse/Finanza.com) - Partenza in moderato ribasso per la Borsa di Milano in scia all'incertezza sul futuro di Cipro. Standard & Poor's ha tagliato il rating dell'isola a tripla C, confermando l'outlook negativo, mentre l'Eurogruppo ha fatto sapere di aspettare una nuova proposta da parte di Nicosia dopo che il Parlamento cipriota ha bocciato il prelievo forzo sui conti correnti. L'incertezza si è fatta sentire anche sulla Borsa di Tokyo, con il Nikkei che ha lasciato sul parterre oltre 2 punti percentuali. Gli investitori continuano inoltre a monitorare la situazione politica italiana. Oggi, infatti, il presidente Napolitano potrebbe dare l'incarico per formare il nuovo governo. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib cede lo 0,40% a 15.860 punti. Spread in risalit a 327.

Anche i listini del Vecchio Continente hanno aperto in calo in attesa del piano alternativo di salvataggio di Cipro. Ieri sera Standard & Poor's ha abbassato il rating sul Paese portandolo a CCC con outlook negativo. Nei primi minuti di scambio a Londra l'indice Ftse è poco mosso con un -0,05% a 6385 punti, mentre a Francoforte il Dax scivola dello 0,19% a 7916 punti e a Parigi il Cac40 cede lo 0,12% a 3770 punti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata