Borsa, bene Milano con asta Ctz: toniche banche, brilla Telecom

Milano, 24 feb. (LaPresse) - Giornata positiva per la Borsa di Milano sulla scia del collocamento del Ctz indicizzati all'inflazione, con l'indice Ftse Mib che sale dell'1,07% a 16.487,53 punti e il Ftse All-Share che mostra un incremento dell'1% a 17.512,1 punti. Il Tesoro ha collocato 3 miliardi di euro di titoli con scadenza al gennaio 2014, con un rendimento in calo al 3,013% rispetto al 3,762% dell'asta comparabile di gennaio. Lo spread tra Btp e Bund a 10 anni ha stretto vicino a 360 punti. Negli Stati Uniti le vendite di nuove case sono diminuite a gennaio dello 0,9% dopo quattro mesi consecutivi di aumento. In questo contesto, chiusure miste per le principali Borse europee. L'indice Ftse 100 di Londra perde lo 0,05% a 5.935,13 punti, mentre il Dax di Francoforte avanza dello 0,81% a 6.864,43 punti e il Cac 40 di Parigi mostra un incremento dello 0,57% a 3.467,03 punti. A Madrid l'Ibex termina sulla parità a 8.527,7 punti, mentre ad Atene il listino generale cresce dello 0,42% a 749,69 punti.

A Milano bene il comparto bancario, con Banca Montepaschi (+1,55% a 0,392 euro), Popolare di Milano (+2,01% a 0,4932 euro), Banco Popolare (+0,85% a 1,425 euro), Intesa Sanpaolo (+2,9% a 1,49 euro), Madiobanca (+2,35% a 4,968 euro), Unicredit (+2,21% a 3,894 euro) e Ubi Banca (+2,17% a 3,586 euro). Nel paniere principale andamento contrastato per Fiat (-0,22% a 4,564 euro) e Fiat Industrial (+1,46% a 7,985 euro). Debole invece Generali (-0,73% a 12,22 euro), dopo la diffusione dei dati preliminari dell'esercizio 2011 che mostrano un calo dei premi lordi complessivi del 5,5% a 69,2 miliardi. Vola Telecom Italia (+6,2%), dopo i risultati preliminari di esercizio che mostrano ricavi in crescita dell'8,7% nel 2011, a 29.958 milioni di euro, e un debito ridotto a 30.414 milioni. Rimbalza Mediaset (+1,99%), mentre termina debole Finmeccanica (-0,38% a 4,152 euro). Per quanto riguarda la galassia Ligresti, fuori dal paniere principale bene Fondiaria Sai (+3,61% a 1,523 euro) e Milano Assicurazioni (+1,19% a 0,322 euro), mentre Premafin, sospesa più volte nel corso della giornata per eccesso di rialzo, chiude il rally con un incremento del 23,44% a 0,465 euro. Sale anche Unipol (+1,47%).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata