Borsa, avvio in ribasso per Milano: -0,40%. Brilla Telecom: +4%

Milano, 12 apr. (LaPresse/Finanza.com) - Partenza in ribasso per la Borsa di Milano che tira il freno dopo due sedute consecutive di guadagni. L'indice Ftse Mib segna un ribasso dello 0,40% a 15.950 punti. Telecom Italia svetta in avvio, il titolo guadagna circa il 4% dopo il mandato a Bernabè per la fusione con 3 Italia. Maglia nera per Mediaset: il titolo cede il 2,5% dopo la smentita della cessione di Premium. Deboli i bancari: Bpm -1%, Unicredit -0,9%, Mps -0,8%, Intesa Sanpaolo -0,9%.

E' la prudenza a farla da padrona anche nei primi scambi di seduta nei mercati europei. Il Cac40 apre la seduta in ribasso dello 0,3% a 3.765,9 punti, mentre il Ftse100 segna un -0,4% a 6.393,2 punti. Il Dax indietreggia dello 0,5% a 7.832 punti. Oggi si riunisce l'Ecofin che dovrà valutare la delicata situazione di Cipro, alla quale servirebbero 23 miliardi di euro per evitare il fallimento, ovvero 6 in più dei 17 miliardi previsti in precedenza. Restando nell'eurozona, ieri la Bce ha lanciato l'allarme disoccupazione, arrivata ormai a livelli senza precedenti.

Fuori dall'Europa, a Tokyo il Nikkei ha ceduto circa lo 0,5% dopo una settimana da record, mentre a Wall Street il Dow Jones continua a macinare massimi storici. Questa mattina il governatore della Banca centrale giapponese, Haruhiko Kuroda, ha fatto sapere che la Bank of Japan non smetterà l'aggressiva politica monetaria fino a quando non verrà raggiunto il target di inflazione al 2%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata