Bollette più salate da gennaio: luce +0,9%, gas +4,7%
Variazione nel gas legata alla crescita della componente 'materia prima'

Gas e luce più cari dal prossimo primo gennaio: per la famiglia-tipo la bolletta dell'elettricità registrerà un aumento dello 0,9%, mentre per il gas l'incremento sarà del 4,7%. È quanto prevede l'aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori in tutela per il primo trimestre 2017. Sull'aumento più marcato della bolletta del gas, precisa una nota dell'Autorità per l'energia, incide anche l'aumento delle quotazioni per il maggior consumo legato alla stagione invernale.

Nel dettaglio, per l'elettricità la spesa al lordo tasse per la famiglia-tipo nell'anno scorrevole (compreso tra l'1 aprile 2016 e il 31 marzo 2017) sarà di 498 euro, con una variazione del -1,5% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (1 aprile 2015 - 31 marzo 2016), corrispondente a un risparmio di circa 8 euro. Per il gas la spesa della famiglia tipo nello stesso periodo sarà di circa 1.022 euro, comunque con una variazione del -6,5% rispetto all'anno scorrevole, corrispondente a un risparmio di 71 euro.

Sul prezzo dell'energia elettrica pesa l'atteso aumento della componente a copertura dei costi di acquisto sul mercato italiano all'ingrosso, sempre più collegato con gli omologhi mercati elettrici continentali sui quali si sono recentemente verificati forti rialzi, aumento compensato dal calo dei costi di dispacciamento. Salgono le tariffe di rete, mentre flettono gli oneri generali di sistema.

La variazione nel gas è sostanzialmente legata alla crescita della componente 'materia prima', ovvero all'aumento delle quotazioni del gas attese nei mercati all'ingrosso nel prossimo trimestre, anche per effetto della maggiore domanda dei mesi invernali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata