Bnl-Unipol, giudici: Fazio regista occulto

Milano, 15 dic. (LaPresse) - Antonio Fazio ha assunto "il ruolo di vigile equidistanza per assumere consapevolmente quello di 'regista occulto' e di istigatore, determinato a perseguire con ogni mezzo fraudolento e/o elusivo della normativa (...) il suo fine di mantenere saldo il principio dell'italianita' della banca". Lo scrivono i giudici di Milano nelle motivazioni della condanna a 3 anni e 6 mesi per Fazio, a 3 anni e 10 mesi per Giovenni Consorte e altre persone per la tentata scalata di Unipol a Bnl.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata