Berlusconi: Inutile mio passo indietro

"Non è una crisi dei conti italiani, è una crisi dell'Euro. L'Italia è un Paese solido che ha ereditato un grande debito pubblico. Che però se lo sommiamo al risparmio privato ci pone in una posizione che è seconda solo alla Germania". Così Silvio Berlusconi, intervistato dal Tg1 fa il punto della situazione sui conti italiani.

"L'Europa ha approvato le nostre proposte per i prossimi 18 mesi. Un impegno serio fatto di tempi certi, cui tutti devono collaborare" ha aggiunto il premier che sulle polemiche sulla norma dei licenziamenti, risponde: "Nostro unico obiettivo è creare un mercato del lavoro più aperto a donne e giovani".

Infine alle opposizioni dice: "Invece di chiedere un mio passo indietro dovrebbero confrontarsi con noi e comportarsi con responsabilità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata