Bce: Se metà lavoratori in Cig licenziati rischio disoccupazione al 25%

Milano, 30 lug. (LaPresse) - In Italia fino a un massimo di 8,1 milioni di lavoratori (42 per cento dei dipendenti) è stato interessato da regimi di riduzione dell'orario di lavoro. Numeri che in Europa sono stati "senza precedenti". E' quanto segnala la Bce nell'ultimo bollettino economico. Se la metà fosse stata licenziata - sottolinea la Bce - "il tasso di disoccupazione dell'area dell'euro avrebbe di fatto raggiunto livelli molto più elevati di quelli attuali". In particolare la disoccupazione in Italia avrebbe raggiunto un livello prossimo al 25%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata