Bce: Ripresa graduale, frenata da disoccupazione e conti pubblici

Milano, 10 lug. (LaPresse) - "Gli indicatori economici, compresi i risultati delle indagini congiunturali fino a giugno, segnalano il procedere di una ripresa molto graduale nel secondo trimestre del 2014". E' quanto riporta il bollettino mensile di luglio della Bce, in merito alle prospettive di crescita economiche dell'eurozona. "Sebbene dai mercati del lavoro provenga qualche ulteriore segnale di miglioramento, la disoccupazione resta elevata nell'area dell'euro e la capacità produttiva inutilizzata permane nel complesso notevole" prosegue l'Eurotower.

Inoltre, "il tasso di variazione sui dodici mesi dei prestiti al settore privato è rimasto negativo a maggio e gli aggiustamenti di bilancio necessari nei settori pubblico e privato potrebbero verosimilmente continuare a frenare il ritmo della ripresa economica".

"Nel contesto di una debole espansione del credito, riveste importanza fondamentale la valutazione approfondita attualmente condotta dalla Bce sui bilanci bancari. Le banche dovrebbero sfruttare appieno questa occasione per migliorare la propria posizione patrimoniale e la propria solvibilità, sostenendo così la crescita del credito nelle prossime fasi della ripresa", riporta il bollettino mensile di luglio della Bce, relativamente all'Asset quality review in corso, in relazione al calo dei prestiti, che secondo la Bce è stato relativamente ai prestiti alle società non finanziarie di un 2,5% a maggio, mentre per le famiglie il tasso di crescita sui dodici mesi dei prestiti si è attestato allo 0,5 per cento, senza sostanziali variazioni dall'inizio del 2013.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata