Bce mantiene invariato costo denaro: pronti a estendere il Qe
Continuerà a fare acquisti all'attuale ritmo mensile di 80 miliardi di euro

La Bce mantiene invariati i tassi di interesse. Al termine della due giorni di vertice, il consiglio direttivo ha deciso di tenere fermo il tasso di interesse di riferimento a zero, non cambiano anche il tasso sui depositi, fermo a -0,40%, e quello marginale, a 0,25%. La decisione era ampiamente attesa dai mercati. Il consiglio direttivo della Bce "continua ad aspettarsi" che i tassi d'interesse di riferimento "rimangano ai livelli attuali o inferiori per un lungo periodo di tempo, e ben oltre l'orizzonte degli acquisti di asset netti". 

QUANTITATIVE EASING.  La Bce è inoltre pronta "ad aumentare in termini di dimensioni o durata" il piano di acquisti di titoli di Stato "se la prospettiva diventa meno favorevole, o se le condizioni finanziarie diventano incompatibili con ulteriori progressi verso una regolazione costante nel percorso di inflazione".  La Banca centrale europea conferma che continuerà a fare acquisti nel quadro del programma di quantitative easing all'attuale ritmo mensile di 80 miliardi di euro al mese fino alla fine di marzo e che, da aprile, l'acquisto di asset netti proseguirà al ritmo di 60 miliardi al mese fino alla fine di dicembre, "od oltre, se necessario, e comunque fino a quando il Consiglio direttivo non vedrà una regolazione costante nel percorso di inflazione in linea con il suo obiettivo" sotto ma vicino al 2%.

DRAGHI? EURO NON IN DISCUSSIONE.  "L'euro è qui per rimanere. La domanda non è se è irrevocabile, lo è". Così il presidente della Bce, Mario Draghi, rispondendo in conferenza stampa a Francoforte a chi gli chiedeva se la difesa dell'euro sia un atto politico o rientri nel mandato del numero uno dell'Eurotower. "Piuttosto - ha proseguito - bisogna lavorare per fare aumentare la prosperità e fare funzionare meglio l'unione monetaria". Draghi ha spiegato che è il momento giusto visto, precisando che "siamo più ottimisti sulle proiezioni di crescita" dell'area della moneta unica.
 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata