Bce: Graduale ripresa eurozona nel 2012, ma rischi restano alti

Roma, 19 gen. (LaPresse) - "Vi sono timidi segnali di una stabilizzazione dell'attività su livelli modesti" e, nel corso del 2012, per l'attività economica dell'eurozona si attende "una ripresa, seppure molto graduale". E' quanto si legge nel bollettino mensile della Banca centrale europea. Secondo l'Eurotwer, tuttavia, "le prospettive economiche restano soggette a elevata incertezza e considerevoli rischi al ribasso". Nel Bollettino mensile la Bce sottolinea che "è essenziale che i piani di ricapitalizzazione delle banche siano attuati senza produrre andamenti sfavorevoli per il finanziamento dell'attività economica nell'area dell'euro" e che la formulazione delle regole del patto di bilancio Ue "deve essere efficace e priva di ambiguità". L'Istituto centrale presieduto da Mario Draghi sottolinea l'importanza dell'accordo raggiunto dai leader europei, escluso il primo ministro della Gran Bretagna, David Cameron. Il fiscal compact, annunciato al Consiglio europeo dello scorso 9 dicembre, spiega la Bce, "coniuga una fondamentale ridefinizione delle regole di bilancio e gli impegni assunti dai governi dei paesi dell'area dell'euro con riferimento ai conti pubblici", rappresentando "un importante contributo in vista di assicurare la sostenibilità di lungo periodo delle finanze pubbliche nei Paesi dell'area".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata