Bce, Draghi: Se scenario prezzi peggiora pronti ad acquisti asset

Milano, 24 apr. (LaPresse) - "Assistiamo a un peggioramento delle prospettive di inflazione nel medio termine, che richiederebbe un più ampio programma di acquisti di attività. Il Consiglio direttivo si impegna, unanimemente, a utilizzare strumenti sia non convenzionali che convenzionali per affrontare con efficacia i rischi connessi a un periodo troppo prolungato di bassa inflazione". E' quanto ribadisce oggi Mario Draghi, presidente della Bce, nel suo intervento 'La comunicazione sulla politica monetaria in tempi di turbolenza' svolto ad Amsterdam. Nel suo intervento, Draghi spiega come "attraverso le indicazioni prospettiche (forward guidance) vogliamo dare l'idea del livello atteso dei tassi di interesse futuri e intendiamo fugare le incertezze al riguardo rafforzando la comunicazione sulla nostra funzione di reazione". Oltre all'inflazione, tra le "contingenze avverse che renderebbero necessaria una risposta di politica monetaria", figura secondo Draghi un ingiustificato inasprimento delle condizioni di politica monetaria "che potrebbe essere affrontato con misure più convenzionali". Servono invece misure straordinarie quando "vi è poi un'ulteriore disfunzione nella trasmissione dell'orientamento di politica monetaria, in particolare attraverso il canale del credito bancario, alla quale si potrebbe adeguatamente rispondere con un'operazione di rifinanziamento a più lungo termine (Ltro) mirata, oppure attraverso un programma di acquisti di attività cartolarizzate (asset-backed securities, Abs)". "Il Consiglio direttivo si attiverà a salvaguardia dall'inflazione e altrettanto dalla deflazione" aveva premesso Draghi. "Trovandoci di fatto in prossimità del limite inferiore delle possibilità offerte dagli strumenti convenzionali della politica monetaria e in presenza di varie contingenze avverse, abbiamo dovuto spiegare le nostre intenzioni future in materia di politica monetaria e chiarire la nostra, più complessa, funzione di reazione" ha spiegato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata