Bce: Con Brexit c'è più incertezza ma i mercati hanno tenuto
La Banca Centrale Europea sottolinea di essere "pronta ad agire con tutti gli stumenti a sua disposizione"

Nonostante la volatilità nei mercati finanziari dopo il referendum britannico sulla Brexit sia stata "di breve durata", dopo il voto "l'incertezza riguardo alle prospettive mondiali è aumentata e le statistiche più recenti relative al secondo trimestre segnalano una dinamica modesta dell'attività e del commercio mondiale". Lo scrive la Bce nel suo Bollettino economico mensile, sottolineando che "i mercati finanziari dell'area dell'euro hanno mostrato un'incoraggiante capacità di tenuta di fronte al picco di incertezza e volatilità successivo al referendum nel Regno Unito" e, di conseguenza, "le condizioni finanziarie complessive restano estremamente favorevoli".

RIPRESA. La ripresa economica nell'area dell'euro "sta proseguendo, sorretta dalla domanda interna, mentre la crescita delle esportazioni rimane modesta", e "in prospettiva, il recupero dell'economia dovrebbe procedere a un ritmo moderato" dice la Bce precisando tuttavia che "l'esito del referendum nel Regno Unito e altre incertezze geopolitiche, le prospettive di crescita contenuta nei mercati emergenti, i necessari aggiustamenti dei bilanci in diversi settori e la lenta attuazione delle riforme strutturali" portando "rischi" sull'eurozona "orientati verso il basso". A sostenere la domanda interna, sottolinea la Banca centrale, sono le misure accomodanti di politica monetaria.

"AGIREMO CON TUTTI GLI STRUMENTI". La Bce "se necessario per il conseguimento del suo obiettivo" di inflazione a livelli inferiori ma prossimi al 2%, "agirà ricorrendo a tutti gli strumenti disponibili nell'ambito del suo mandato".  "Data la situazione di incertezza, il Consiglio direttivo continuerà a seguire con grande attenzione gli andamenti economici e dei mercati finanziari e a salvaguardare la trasmissione dell'orientamento accomodante della sua politica monetaria all'economia reale", aggiunge la Banca centrale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata