Barroso ai leader Ue: Crisi non finita, ma riforme danno primi frutti

Bruxelles (Belgio), 11 mar. (LaPresse) - "Non siamo ancora fuori dalla crisi, come i livelli inaccettabili di disoccupazione mostrano, ma gli sforzi di riforma degli Stati membri stanno iniziando a dare i loro frutti, correggendo gli squilibri significativi nell'economia europea". Lo scrive il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, in una lettera indirizzata a i capi di Stato e di governo che parteciperanno al Consiglio Ue di questo fine settimana. "Nella mia breve presentazione - prosegue Barroso - mi concentrerò principalmente sulla sfida della competitività e sulla disoccupazione giovanile. Migliorare la competitività non è un fine in sé, ma è un elemento indispensabile per sostenere la crescita e l'occupazione e una sfida permanente nel contesto globale di oggi e per le grandi parti dell'Ue". Secondo Barroso il mercato unico e "le opportunità commerciali che stiamo negoziando", come il trattato di libero scambio con gli Usa, "dovrebbero essere un tema importante della nostra discussione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata