Barclays, accusa di elusione fiscale: possibile multa 500 mln sterline

Londra (Regno Unito), 28 feb. (LaPresse/AP) - Barclays potrebbe pagare fino a 500 milioni di sterline per aver eluso il fisco. La banca, che ha rivelato di essere finita nel mirino del Tesoro britannico, ha voluto chiarire di aver volontariamente informato i funzionari del fisco di aver ricomprato parte del proprio debito "ottimizzando l'impatto delle tasse". Barclays ha aggiunto che la sua partecipazione a un fondo di investimento autorizzato "è legale e conforme alle norme fiscali". Ieri il Tesoro britannico aveva definito le procedure adottate dalla banca come "altamente abusive" e finalizzate ad aggirare le leggi in materia di tasse. I funzionari del fisco del Regno Unito vorrebbero bloccare retroattivamente le operazioni della banca finite sotto il loro faro al 1 dicembre scorso. Barclays ha affermato che l'azione del Tesoro non avrà alcun impatto sul profitto e che la banca non metterà mano ai risultati preliminari comunicati al mercato lo scorso 10 febbraio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata