Bankitalia avverte banche: No bonus e dividendi se conti in rosso

Roma, 14 mar. (LaPresse) - Stretta della Banca d'Italia su bonus e dividendi distribuiti dagli istituti di credito con i conti in rosso. Con una comunicazione diretta alle banche Via Nazionale ha avvertito gli istituti di credito che dovranno essere prudenti e non generosi in caso di un bilancio di esercizio in perdita e dovranno proseguire con le rettifiche di valore sugli asset per il "prolungarsi" della crisi. Le banche che "chiudono l'esercizio 2012 in perdita oppure con un risultato di gestione rettificato negativo", scrive Bankitalia, devono non "riconoscere o pagare bonus" ai "componenti degli organi con funzione di supervisio ne strategica e di gestione, al direttore generale, nonché ad altro 'personale più rilevante' la cui remunerazione variabile sia esclusivamente o prevalentemente collegata ad obiettivi riferiti all'intera azienda". Inoltre, si legge nella comunicazione ufficiale, gli istituti di credito dovranno evitare di procedere alla distribuzione di dividendi, anche attingendo alle riserve, se "chiudono l'esercizio 2012 in perdita" o "hanno un core tier 1 inferiore al livello 'obiettivo' comunicato dalla Vigilanza". Via Nazionale precisa ancora che il "prolungarsi della recessione economica" e "l'incertezza" sulle prospettive di ripresa della domanda "richiedono un ulteriore sforzo alle banche, chiamate ora anche a rafforzare i presidi a fronte del deterioramento della qualità delle attività detenute". "E' quindi in primo luogo necessario - ammonisce Bankitalia - che adeguino le rettifiche di valore complessive sui crediti all'evoluzione presente e prospettica del contesto economico".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata