Banche, Saccomanni: Fondazioni rimangano investitori istituzionali

Roma, 7 giu. (LaPresse) - Nuove norme o l'attuale contesto di mercato "non dovrebbero mettere in discussione la possibilità" per le Fondazioni di origine bancaria "di continuare a svolgere il loro ruolo di investitori istituzionali in questo importante segmento del sistema finanziario". Lo ha detto il direttore generale della Banca d'Italia, Fabrizio Saccomanni, intervenendo al 22esimo congresso Acri. Citando Mario Draghi quando era governatore di Bankitalia, Saccomanni ha spiegato che le Fondazioni "dovranno impegnarsi su tre fronti fondamentali: la loro stessa governance, la ricapitalizzazione delle banche, l'autodisciplina nel rapporto con il management di queste ultime".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata