Banche, Patuelli (Abi): Nostro mondo solido, pronti a sostegno ripresa

Milano, 26 ott. (LaPresse) - In una nota, il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, ha dichiarato all'esito dei risultati del Comprehensive assessmet quanto segue: "Dai rigorosi esami europei emerge un mondo bancario italiano complessivamente solido, anche con gli ingenti aumenti di capitale effettuati, e pronto a sostenere la ripresa con nuovi prestiti a imprese e famiglie".

Tutte le banche italiane hanno superato gli esami relativi alla qualità dei prestiti in atto, "gli stress test hanno ipotizzato per l'Italia scenari particolarmente estremi e solo su questi teorici scenari si sono rivelate alcune necessità di ulteriori rafforzamenti di carattere patrimoniale" aggiunge. "Questi esami europei - ha sottolineato il Presidente Patuelli - hanno valutato banche che hanno vissuto negli scorsi anni con normative assai diverse fra loro: le banche italiane, tutte private, non hanno avuto gli aiuti di Stato a fondo perduto, né i trattamenti fiscali meno gravosi frequenti, invece, oltralpe. Ciò nonostante, la lungimirante vigilanza della Banca d'Italia e il senso di responsabilità delle Banche italiane hanno meritato giudizi prevalentemente positivi".

"Ora si apre una fase fortemente innovativa: dal prossimo 4 novembre nasce l'Unione bancaria europea con regole, non solo di vigilanza, che dovranno essere sempre più identiche per le banche: ciò dovrà realizzare la piena uguaglianza delle condizioni concorrenziali per le banche d'Europa, senza privilegi o discriminazioni. Cosi le banche operanti in Italia potranno meglio competere" conclude Patuelli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata