Banche, Guzzetti: 50 miliardi patrimonio fondazioni, +45% da 1992

Roma, 26 ott. (LaPresse) - "Il valore del patrimonio delle fondazioni bancarie è stato più che conservato. Dal 1992 a oggi è passato da 23 a 50 miliardi di euro: ciò vuol dire che, al netto dell'inflazione, è cresciuto del 45%, con un incremento medio annuo composto del 2,2%". Così il presidente dell'Acri (Associazione delle fondazioni e casse di risparmio), Giuseppe Guzzetti, intervenendo alla 87esima giornata mondiale del risparmio al palazzo della Cancelleria. Per Guzzetti questi dato "dimostrano che abbiamo dato vita a un'esperienza in gran parte inedita nello scenario internazionale: un'esperienza senz'altro positiva, fondamentale per la cultura della sussidiarietà in questo Paese ed essenziale per il sostegno al terzo settore, al di là di oscillazioni anche significative delle risorse erogate". "Non senza orgoglio - ha proseguito - aggiungo che abbiamo trasformato un'incerta privatizzazione in una straordinaria opportunità di sviluppo per il Paese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata