Banche, Abi: Sofferenze lorde salgono ancora a gennaio

Milano, 16 mar. (LaPresse) - Le sofferenze lorde bancarie a gennaio sono risultate a gennaio 2015 pari a quasi 185,5 miliardi, dai 183,7 miliardi di dicembre 2014. Lo rende noto l'Abi nel bollettino mensile. Il rapporto sofferenze lorde su impieghi è del 9,7% a gennaio 2015 (8,4% un anno prima; 2,8% a fine 2007), valore che raggiunge il 16,3% per i piccoli operatori economici (14,2% a gennaio 2014; 7,1% a fine 2007), il 16,3% per le imprese (13,4% un anno prima; 3,6% a fine 2007) ed il 7% per le famiglie consumatrici (6,5% a gennaio 2014; 2,9% a fine 2007). Le sofferenze nette registrano a gennaio 2015 una diminuzione, passando da 84,5 miliardi di dicembre a 81,3 miliardi di gennaio. Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali è risultato pari al 4,50% a gennaio 2015 dal 4,64% di dicembre 2014 (4,31% a gennaio 2014; 0,86%, prima dell'inizio della crisi). L'elevato livello delle sofferenze è anche determinato dalla lunghezza delle procedure di recupero dei crediti. I più recenti dati del Ministero della Giustizia segnalano che nel 2012 la durata media dei procedimenti di fallimento era pari mediamente a 7 anni, con punte di 20 anni a Messina. La durata media dei procedimenti di esecuzioni immobiliari era di 3 anni e 5 mesi per i, con oltre 7 anni a Potenza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata