Banche, Abi: Grandi e assai onerosi sforzi da istituti credito

Roma, 23 nov. (LaPresse) - Le banche hanno fatto "grandi ed assai onerosi sforzi" per salvare i quattro istituti di credito in crisi. Lo riferisce una nota diffusa al termine di un comitato di presidenza dell'Abi, presieduto da Antonio Patuelli, nel corso del quale Carlo Messina, a.d. di Intesa Sanpaolo, ha illustrato una relazione sugli aspetti giuridici e tecnici dell'operazione di risoluzione per il salvataggio delle banche in crisi. Il comitato di presidenza, precisa il comunicato, ha preso atto delle determinazioni di Banca d'Italia, Governo e istituzioni europee.

Nella nota, l'Abi sottolinea che "i grandi ed assai onerosi sforzi che le banche in Italia assumono ulteriormente per salvare le quattro banche". Secondo quanto riportato nel comunicato, tali "gravosi oneri" si assommano "ai costi della crisi e agli sforzi di rafforzamenti patrimoniali delle banche stesse per sostenere la ripresa, sempre senza alcun aiuto di Stato o comunque pubblico a differenza di quanto avvenuto ed ancora avviene in altri Paesi europei". Le banche, prosegue il comunicato, confidano ora "nella continuazione degli sforzi, innanzitutto delle autorità italiane, per il completamento dell'armonizzazione delle norme per la piena concorrenza bancaria in Europa, senza privilegi o discriminazioni per alcuno".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata