Banca Prossima: Si conclude a Milano il Giro d'Italia del terzo settore

Milano, 4 dic. (LaPresse) - Dopo Torino, Padova, Bologna, Firenze, Bari e Catania il Giro d'Italia di Banca Prossima, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo unica europea dedicata all'economia sociale, si conclude con la tappa di Milano incontrando e i protagonisti del Terzo Settore della Regione. In questa occasione, l'"Innovation Club" è dedicato al social housing e agli interventi infrastrutturali per potenziare e promuovere lo sport dilettantistico in Lombardia. Il Terzo Settore si trova ad affrontare nuove sfide da una posizione che non è più di marginalità, ma di protagonismo. Lo slogan "Daterzoaprimo" richiede infatti di assumersi responsabilità più grandi, dotarsi di nuove risorse e rinnovare le proprie competenze per rispondere a bisogni che si moltiplicano e che crescono di scala. In questo percorso di sette tappe, Banca Prossima ha incontrato i principali stakeholder locali, i propri clienti e gli oltre 400 colleghi sul territorio. L'"innovation club" ha avuto l'obiettivo di interagire con gli ecosistemi locali dell'innovazione per coglierne le vocazioni, facilitare la propensione alla cooperazione, promuovere la centralità del Terzo settore e la sua volontà di investire in economie ad elevato impatto sociale. Partendo dai principali trend nazionali su investimenti e innovazione del Terzo settore, si è scesi alla scala locale per individuare progettualità comuni con il metodo della A Milano, insieme a Fondazione Cariplo si sono approfondite le iniziative di housing sociale ".

I principali strumenti utilizzati sono due : a)Piattaforma "Terzo Valore" di Banca Prossima, il portale internet della Banca che consente alle Organizzazioni Non Profit di trovare "banchieri sociali" che vogliono prestare denaro per progetti ad alto impatto sociale.; b) Bando senza scadenza "Diffondere e potenziare l'abitare sociale temporaneo" di Fondazione Cariplo. Questa iniziativa si rivolge alle persone in condizione di fragilità socio-abitativa e a quelli con limitata capacità reddituale ed esigenze transitorie (parenti di degenti, lavoratori temporanei e separati). Il budget stanziato è stato di 3 milioni di euro. Nel corso degli incontri con gli stakeholder, Banca Prossima e il Consorzio Spin che raccoglier 9 Enti di Promozione Sportiva (Acsi, Aics, Asi, Csi, Endas, Libertas, Pgs, Uisp e Us Acli) hanno poi discusso di innovazione dello sport di partecipazione, che crea valore sociale attraverso principi di solidarietà, rispetto delle regole e aggregazione. Il tutto puntando sulla riqualificazione dell'impiantistica esistente e sull'aumento dell'offerta delle strutture sportive. In un contesto in cui l'offerta di sport è carente o inadeguata e gli strumenti di sostegno al credito e i contributi pubblici sono in forte contrazione, SPIN offre allo sport di base un modello di valutazione della serietà sostenibilità dei progetti sportivi utile per favorire l'accesso al credito. Inoltre il consorzio sta sempre più spesso affiancando le Pubbliche amministrazioni in merito alla gestione degli impianti. Il nuovo credito accordato da Banca Prossima nel 2015 supera i 100 milioni di Euro, con una prospettiva di crescita nel 2016.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata