Banca Etruria, pm Rossi: "Non ho nascosto nulla su Boschi"
Il magistrato ha inviato una lettera al presidente della commissione Banche, Pier Ferdinando Casini, dopo le polemiche scoppiate in seguito della sua audizione su Banca Etruria.

Riesplode lo scontro politico sul caso Banca Etruria. La miccia è la notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati di Pier Luigi Boschi, padre della sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena ed ex vicepresidente dell'istituto di credito, sia pure senza incarichi operativi, nell'ambito del nuovo filone di inchiesta della procura aretina sulle ipotesi di falso in prospetto e ricorso abusivo al credito. "La legge è uguale per tutti", sottolinea la sottosegretaria su Facebook, ricordando però che il padre "al momento non è neanche rinviato a giudizio. Ma comunque è una sua vicenda personale, certo non del Pd".
 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata