Azimut acquista Lifestyle Financial Planning Services per 2,8 milioni

Milano, 16 lug. (LaPresse) - Azimut ha firmato un accordo vincolante per acquistare l'intero capitale di Lifestyle Financial Planning Services (Lfps) tramite la sua controllata australiana Az Next Generation Advisory (Az Nga). L'accordo prevede, per il 49%, un concambio di azioni Lfps con azioni Az Nga e un progressivo riacquisto di tali azioni nei prossimi 10 anni. Il rimanente 51% verrà corrisposto ai soci fondatori in denaro in un periodo di due anni. A comunicarlo in una nota è Azimut. Il controvalore dell'operazione, includendo sia la parte in denaro sia il concambio azionario, è di circa 2,8 milioni di euro (al netto della posizione finanziaria netta negativa per 1,5 milioni di euro).

L'accordo è il terzo di una serie che include le precedenti acquisizioni di Eureka Whittaker Macnaught (Ewm) e Pride Group (Pride) e conferma l'obbiettivo di Az Nga di consolidare realtà di consulenza finanziaria che offrono servizi di asset allocation a clienti retail, Hnw e istituzionali locali. Il completamento dell'operazione è previsto per agosto 2015, successivamente al risolversi di alcune condizioni previste nel contratto di compravendita.

L'attuale ceo David Lannen e i senior partners Lisa McPherson e Tim Easton, rende noto Azimut, continueranno ad essere alla guida di Lfps, inoltre il team ha sottoscritto un accordo per assicurare la continuità dei servizi offerti nel lungo termine.

Az Nga ha comunicato la sua prima acquisizione l'8 maggio 2015, annunciando l'operazione con Ewm, e il 27 maggio 2015 ha annunciato la seconda acquisizione con Pride Group. "In linea con il proprio business plan, Az Nga continuerà a selezionare altre realtà di consulenza finanziaria di qualità per proseguire il processo di consolidamento e partnership", si legge nella nota diffusa da Azimut.

"Il nostro modello di partnership australiano sta crescendo in modo rapido sia in termini di dimensione sia per quanto riguarda i professionisti coinvolti, e siamo molto soddisfatti di aver già raggiunto una solida base di masse e clienti. Il primo semestre 2015 è stato il migliore nella storia di Azimut, grazie al contributo di tutte le linee di business e divisioni. Continuiamo a crescere in Italia con ottimi risultati, e rimaniamo concentrati sullo sviluppo della nostra presenza in Paesi esteri a più alto tasso di sviluppo, che ad oggi rappresentano oltre 4,1 miliardi di euro equivalenti al 12% delle masse totali", ha dichiarato Pietro Giuliani, presidente e ceo di Azimut.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata