Auto, a Ginevra 146 anteprime: piccole protagoniste, debutta Jeep di Melfi

Ginevra (Svizzera), 3 mar. (LaPresse) - E' tutto pronto per il debutto del piccolo Suv Jeep che sarà prodotto in Italia, nello stabilimento lucano di Melfi e che si chiamerà 'Renegade'. Il nuovo modello, plasmato dalla collaborazione tra Fiat e Chrysler, avviate verso la fusione in Fca, è una delle 146 anteprime (105 mondiali e 41 europee) che vengono presentate al Salone dell'Auto di Ginevra. Altre novità sono in serbo in casa Audi, Volvo, Bmw, Lamborghini, Mini. Grande curiosità anche per la nuova Renault Twingo, dotata di motore posteriore sullo stesso pianale della Smart, frutto dell'alleanza tra Renault e la tedesca Daimler. La manifestazione è aperta al pubblico dal 6 al 16 marzo, mentre per gli oltre 10.000 giornalisti accreditati alza il velo già questa settimana (4-5 marzo). Anche nel 2014, negli oltre 80 mila metri quadri del Palaexpo, sono attesi 700 mila visitatori. Tra gli altri capi azienda delle principali case mondiali, sono attesi domani l'amministratore delegato di Fiat-Chrysler, Sergio Marchionne, e il presidente di Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo.

ESPOSTI 900 MODELLI. In esposizione ci sono 900 veicoli, con rappresentanti di oltre 700 marchi e 250 espositori provenienti da 30 Paesi. "Desidero prima di tutto rassicuravi che quest'anno non saranno posti limiti alle vetture straniere in vetrina al Salone internazionale dell'auto di Ginevra, malgrado il voto dello scorso 9 febbraio" che ha fissato un tetto agli ingressi annuali per gli stranieri in Svizzera, ha assicurato il presidente, Maurice Turrettini, che ha presentato a Milano, lo scorso 20 febbraio, le novità della 84esima edizione della manifestazione, insieme con il direttore generale, André Hefti.

DA 2008 RADDOPPIATI ITALIANI. Porte aperte anche ai visitatori stranieri, che nel 2013 sono stati il 45% del totale contro un 55% di presenze provenienti dalla Svizzera. "Il 38% dei visitatori sono degli habitués" che "vogliono scoprire le novità, distrarsi o informarsi", ha spiegato Turrettini. In particolare, il numero di presenze italiane è raddoppiato dal 2008, forse anche perché, dopo la chiusura del salone di Torino, non vengono più organizzate esposizioni di questo tipo nel nostro Paese. "Passare da zero a due manifestazioni del settore in Italia forse sarebbe un po' ambizioso - ha ribadito Turrettini - ma un salone l'Italia lo merita certamente".

'COMPATTE' PROTAGONISTE. Tornano gli investimenti delle case automobilistiche nelle 'piccole', incoraggiati da un mercato europeo che, complessivamente, sembra risalire lentamente dal fondo della crisi dopo la crescita del 5,2% in gennaio, che ha visto una espansione in tutti i cinque principali mercati, compresa l'Italia (+3,4%). A Ginevra alcune anteprime guardano i segmenti di 'city car' e 'compatte',il che tradisce maggiore ottimismo sull'andamento del 2014. Tra queste il Lingotto - oltre che la prima Jeep prodotta fuori dagli Stati Uniti - è presente con la Fiat Panda Cross e la 500 Model Year 2014, con l'esclusiva versione Cult. Ma pure si segnalano la nuova Volkswagen Polo, la sportiva compatta Audi TT e il minicrossover urbano Opel Adam Rocks.

LE AUTO VERDI. Il Salone anche quest'anno ospita non solo auto di lusso, berline, suv, ma anche veicoli 'verdi' e a consumi ridotti. "L'anno scorso, il 10% dei circa 900 autoveicoli esposti al Salone emetteva una quantità di CO2/km inferiore a 100g. Quest'anno sono oltre 65 i modelli (7,2%), le cui emissioni già oggi corrispondono a un valore, che entrerà in vigore soltanto tra sei anni in media per tutti i veicoli di nuova immatricolazione", ha spiegato il presidente Turrettini. Nel Padiglione '1', in uno spazio di 870 metri quadrati, è stata poi allestita una pista "per permettere ai visitatori di guidare parecchie auto elettriche e di rendersi conto dei molteplici vantaggi, che esse offrono", ha aggiunto il presidente. I visitatori hanno per la prima volta la possibilità di provare i modelli elettrici di BMW, Citroën, Mitsubishi e Renault.

LE 'SUPERCAR'. Tra le 'supercar' in esposizione a Ginevra, protagonista la nuova Ferrari California T, gioiello da 560 cv in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 3,6 secondi. Per il 'Made in Italy' debutto anche la Lamborghini Huracan. Tra le altre vetture, da segnalare la nuova McLaren 650S. Prima uscita, inoltre, per le versioni Quadrifoglio Verde di Giulietta e MiTo Alfa Romeo. Tra le ammiraglie, c'è la nuova Maserati Quattroporte Ermenegildo Zegna Limited Edition, nata dal concept presentato all'ultimo Salone di Francoforte.

LA 24 ORE DI LE MANS. Tra le novità di quest'anno, anche un padiglione dedicato alla storica corsa delle '24 Ore di Le Mans' allestito in collaborazione con l'Automobile Club de l'Ouest,che organizza la storica gara. "Potrete ammirare 20 vetture, di cui la maggior parte é arrivata al primo posto in una delle edizioni della gara, esposte in un ambiente molto affascinante", ha spiegato il presidente Turrettini. "Coglieremo l'occasione di questa Esposizione eccezionale - ha spiegato il presidente - per organizzare un certo numero di eventi, con piloti che hanno partecipato a questa gara, nel Padiglione 3, il cui aspetto é stato notevolmente migliorato rispetto all'anno scorso".

IL MANIFESTO. Novità anche per quanto riguarda il manifesto del Salone, che quest'anno è stato scelto tra le proposte degli allievi dell'Università HEAD (Università di Arte e Design) di Ginevra. "Quest'anno - ha annunciato Turrettini - abbiamo preferito offrire un'opportunità a giovani talenti, che saranno i grafici e i designers di domani". Per la prima volta, invece, nel 2014, non ci sarà uno slogan della manifestazione.

Il biglietto di ingresso costa 16 franchi per gli adulti, 9 per i ragazzi e 11 a persona per i gruppi, prezzo che si dimezza dalle ore 16.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata