ArcelorMittal, sindacati uniti su esuberi: "Lavoratori hanno già pagato"

Divisione sulle possibili soluzioni, Usb propone la nazionalizzazione

Sindacati uniti sul tema degli esuberi previsti da ArcelorMittal ma divisi, in parte, sulle soluzioni. "Taranto ha già dato quello che doveva dare, i lavoratori hanno già pagato quello che dovevano pagare. Adesso è arrivato il momento di riscuotere", spiega Pietro Pallini della Uilm Taranto. "Rispediamo al mittente la dichiarazione durissima sui 5mila esuberi", gli fa eco Biagio Prisciano della Cisl Fim. "Posso dire che gli esuberi sono soltanto chiacchiere, sono minacce per il governo, qui il problema è che si muore. Pensiamo che questo soggetto non sia più credibile - aggiunge Emanuele Palmisano, Usb Taranto, proponendo la nazionalizzazione - Lo cacciamo noi".