Antitrust: Le app sono filone nuovo che stiamo esplorando

Treviso, 16 mag. (LaPresse) - L'istruttoria annunciata stamane dall'Antitrust riguarda una app sviluppata dalla Gameloft per tre diverse piattaforme: Google, iTunes e Amazon. "Si tratta in pratica di un videogioco che viene presentato come grauito e che, una volta iniziato, per essere continuato, richiede all'utente di fare acquisti che vanno in automatico", spiega Roberto Chieppa, segretario generale dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, a margine del convegno 'Antitrust fra diritto nazionale e diritto dell'Unione Europea', in corso a Treviso.

I soggetti, perciò, oggetto dell'istruttoria, sono quattro: l'azienda sviluppatrice e le tre piattaforme coinvolte. Questo del mercato delle app, spiega Chieppa, "è un filone nuovo che l'Autorità intende esplorare" e rientra nei compiti di tutela del consumatore che sono stati recentemente rafforzati dal decreto 21 del 2014. Anche la Commissione Ue, dice, si sta muovendo su questo nuovo filone, puntando in questa fase ancora soprattutto su una attività di moral suasion.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata